Un 2020 non del tutto da dimenticare, e un 2021 pieno di speranze e progetti

Il 2020 verrà senza dubbio ricordato come uno degli anni più bui e complicati di sempre, in cui molte famiglie della nostra provincia e del nostro intero Paese sono state colpite da lutti o da eventi tragici legati al Coronavirus ed è a loro che va il nostro primo pensiero.
Anche il mondo del tennis ha subito un’inevitabile battuta d’arresto, ma per la Fabiani Tennischool, nonostante tutto, non è stato un anno interamente da cancellare: tra i problemi e le interruzioni che la pandemia ci ha portato, molte delle nostre attività hanno avuto pieno successo. Il gruppo dei collaboratori e degli allievi, adattandosi con resilienza alla situazione e sempre lavorando nel pieno rispetto delle regole, ha potuto vivere momenti di crescita e successi straordinari.
Innanzitutto, durante il periodo del lockdown, maestri e istruttori hanno partecipato a moltissimi corsi e seminari organizzati da FIT e PTR, ottenendo così qualifiche o raggiungendo livelli di riconoscimento professionale più alti. Il riconoscimento più importante è stato senza dubbio il prestigioso “PTR Women Italy Pro Of The Year”, il premio di miglior maestra italiana dell’anno per il 2020, assegnato a Cinzia Fabiani, fondatrice e anima della Fabiani Tennischool.
L’allentamento delle misure di prevenzione ci ha poi consentito, in estate, l’organizzazione di un centro estivo che ha visto, per sette settimane, moltissimi nuovi ragazzi avvicinarsi al tennis o migliorare la propria tecnica.
Nuove collaborazioni si sono inoltre aperte: quella con la società ManGioca di Pedrengo ha consentito alla Fabiani Tennischool di aprire una nuova sede presso il centro sportivo locale, mentre quella con l’Unione Nazionale Veterani dello Sport ha dato il via all’organizzazione di un torneo giovanile.
E adesso? Con il nuovo anno e con la prospettiva di un vaccino sempre più a portata di tutti, la speranza è quella di ripartire di slancio e di tornare a vivere insieme bei momenti di tennis e felicità.
Tra i progetti c’è ancora il centro estivo, ormai un punto di riferimento, ma non solo: uno stage in Trentino per adulti e ragazzi e una giornata a Torino per assistere agli incontri delle ATP Finals, oltre alle tantissime iniziative che da sempre ci contraddistinguono.
Iniziamo quindi un anno nuovo con il consueto entusiasmo e con grande amore per il nostro sport, nel rispetto delle regole e della salute di tutti e cercando, per quanto possibile, di far vivere ai nostri atleti momenti sereni che possano, almeno in parte, cancellare le ansie e i dolori di questo 2020 che si è appena chiuso.

I commenti sono chiusi.